Volontariato

"Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo"

                                                                        

                                                          Gandhi  

Il termine volontariato indica delle azioni sociali organizzate, caratterizzate da volontarietà della partecipazione, gratuità dell’impegno e finalità altruistica.


Il volontariato oggi assolve una duplice missione: promotore della cultura e della prassi della solidarietà e agente di mutamento sociale. Coloro infatti che maggiormente intraprendono azioni di tipo volontario, provano un senso di comunità che li spinge a fare qualcosa per il proprio contesto di vita. Essi sono radicati nella comunità locale e si mettono a disposizione per rispondere ai bisogni del territorio.


Nello specifico infatti ci sono delle motivazioni, connesse al volontariato, che inducono ad intraprendere tale azione. I fattori che spingono l’individuo ad entrare a far parte delle organizzazioni di volontariato sono: la predisposizione verso l’altro, di cui c’è carenza nel sociale; l’impegno, per soddisfare il bisogno di sentirsi utile e di essere riconosciuti; il ritorno in termini emotivi e di gratificazione, che portano l’instaurarsi di solidi affetti.


Entrare nel mondo del volontariato, prescrive l’accettazione e la condivisione di valori che appartengono alla sua cultura e per i quali può essere visto come scuola di vita. I valori principalmente espressi sono: la relazione, la solidarietà, la partecipazione alla risoluzione e il cambiamento delle problematiche del territorio.

I punti di forza dell’azione volontaria sono considerati la tenacia, lo spirito d’iniziativa, la volontà di essere agenti attivi e promotori di nuove culture che permettano di apportare un cambiamento sociale.

 

Il volontariato è spontaneo, anche nei tempi e nei modi che comunque devono essere compatibili con le richieste dell’organizzazione. Rispetto ad altre forme di azione sociale inoltre l’azione volontaria si propone di fornire dei benefici a vantaggio di soggetti distinti da chi produce l’azione stessa e non presuppone alcuna contropartita diretta.